Le MICI e i viaggi

Se soffri di malattie infiammatorie croniche intestinali (colite ulcerosa o morbo di Crohn), probabilmente ti preoccupa fare lunghi viaggi in auto o in aereo oppure hai timore di trovarti lontano da casa in un posto che non ti è familiare e al cui cibo non sei abituato.


Se le malattie infiammatorie croniche intestinali sono in fase di remissione, in viaggio non dovresti avere problemi; ma se sono in fase di riacutizzazione, allora ci sono un po' di cose che devi organizzare per tempo, sia che tu debba prendere un autobus per arrivare a destinazione o un aereo per volare all'altro capo del mondo. 

Anche se soffri di malattie infiammatorie croniche intestinali, con alcuni semplici accorgimenti viaggiare sarà più facile.

Soprattutto chi è affetto da malattie infiammatorie croniche intestinali deve programmare in anticipo 

.

Programmare in anticipo

Farmaci

  • Porta con te una scorta di farmaci sufficienti che possano aiutarti contro le malattie infiammatorie croniche intestinali per tutto il viaggio. Farsi fare una prescrizione medica all'estero può essere complicato 
  • Se hai dei farmaci che devono essere tenuti in frigorifero, riponili in una piccola borsa termica che puoi acquistare in farmacia prima di partire 
  • Porta con te una copia della prescrizione dei farmaci (compresi i nomi generici, perché i nomi commerciali possono variare da paese a paese), nel caso tu abbia bisogno di ulteriori scorte 
  • Tieni i farmaci nella loro confezione originale così sarà più facile identificarli 

  • Porta con te una scorta di farmaci da banco, come antidiarroici, antispastici, bustine reidratanti e antidolorifici. Prima di acquistare o prendere questi farmaci, parlane però con il tuo gastroenterologo 
  • Usa dei portapillole per avere sempre a portata di mano le piccole dosi di farmaco che devi prendere durante la giornata 

  • Se viaggi in aereo, metti i farmaci nel bagaglio a mano, nel caso in cui ti perdano il bagaglio in stiva. Con le attuali restrizioni sul bagaglio a mano, dovrai avere con te una dichiarazione del tuo gastroenterologo da cui risulti che devi prendere quei farmaci perché sei affetto da malattie infiammatorie croniche intestinali. La cosa migliore è informarsi presso la compagnia aerea al momento dell'acquisto del biglietto per verificare le disposizioni in materia di trasporto di farmaci nel bagaglio a mano 

Chi soffre di malattie infiammatorie croniche intestinali è bene che si faccia dare dal medico la documentazione che serve 

• Chiedi al tuo medico di scrivere una lettera con indicati i dati anamnestici della tua malattia e i farmaci che stai prendendo. Sarà molto utile in caso di problemi alla dogana o in caso di emergenza. Ti potrebbe inoltre servire nel caso in cui ti debba far visitare da un medico all'estero. Sarebbe opportuno che questo documento fosse tradotto nella lingua del paese o dei paesi a cui sei diretto 

• Chiedi al tuo medico un piano terapeutico scritto nel caso in cui la tua malattia dovesse peggiorare mentre sei in viaggio 

• Tieni il numero di telefono del tuo medico e la tessera sanitaria nel portafoglio 

Spostarsi a piedi e sui mezzi di trasporto

• Cerca di capire in anticipo se gli autobus e i treni su cui viaggerai hanno una toilette a bordo. Quando prenoti un volo, chiedi un posto lato corridoio vicino alla toilette 

• Segnala in anticipo il tuo problema di salute alla  compagnia aerea, in modo che possa tenerne conto quando verrà servito il pranzo a bordo 

• Porta con te degli snack e degli alimenti semplici che potrai mangiare nel caso in cui il cibo locale sia controindicato per la tua malattia
​• Cerca su Internet qualsiasi informazione o consiglio utile da parte di altre persone affette dalle stesse malattie infiammatorie croniche intestinali (vedi sotto)

Difficoltà per chi soffre di malattie infiammatorie croniche intestinali nel superare i controlli di sicurezza 


La sicurezza sugli aerei, sulle navi e nelle stazioni ferroviarie è stata rafforzata e potrebbero quindi esserci problemi nel portare a bordo i farmaci che ti servono, anche se soffri di malattie infiammatorie croniche intestinali. Tieni sempre a portata di mano i tuoi portapillole e gli altri farmaci, o qualsiasi apparecchio medicale, in modo da poterli mostrare agli addetti alla sicurezza.


Se hai la sacca della stomia o indossi una protezione per l'incontinenza, è quasi impossibile che passino inosservate se ti perquisiscono al controllo. In questo caso, sarà sufficiente mostrare agli addetti la lettera del tuo medico che certifica che soffri di una delle due malattie infiammatorie croniche intestinali, i farmaci che prendi o eventuali apparecchiature medicali che indossi. 


Ricorda che chi soffre di malattie infiammatorie croniche intestinali ha diritto a chiedere di potersi rivolgere ad una persona qualificata in caso di bisogno. 

Ci sono destinazioni da evitare se soffro di malattie infiammatorie croniche intestinali? 


Se prevedi di recarti in uno dei paesi in via di sviluppo, è opportuno consultare un centro di medicina dei viaggi. In ogni caso, prima di decidere se partire o meno per una di queste destinazioni, parla con il tuo gastroenterologo. 


Se soffro di malattie infiammatorie croniche intestinali, quali problemi giornalieri devo tenere in considerazione quando viaggio? 


Accusare una riacutizzazione delle malattie infiammatorie croniche intestinali non significa che sei obbligato a restare in albergo, ma è bene pensare in anticipo a come risolvere eventuali problemi pratici.

Cerca di capire dove sono dislocate le toilette pubbliche, magari aiutandoti con una ricerca su Internet o con un'app del tuo smartphone. In alcuni paesi c'è la possibilità di munirsi di una speciale "toilet card" che permette di accedere prioritariamente con urgenza ai servizi igienici senza dover fare la coda. Porta con te una scorta di carta igienica o indumenti di ricambio. 



Vaccinazioni

Assicurati di aver fatto tutte le vaccinazioni del caso e la profilassi antimalarica, come peraltro si richiede a qualsiasi viaggiatore, non solo a chi soffre di malattie infiammatorie croniche intestinali.

Parla in anticipo con il tuo medico (circa 4-6 settimane prima della partenza). Se ti rivolgi a un centro di medicina dei viaggi, segnala al medico la tua patologia. In quanto paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali, a seconda della destinazione del viaggio, potrebbe essere necessario per te sottoporti a vaccinazione contro:

• Febbre gialla 
• Epatite A 
• Epatite B 
• Colera
• Rabbia 
• Encefalite meningococcica
• Encefalite giapponese 
• Tubercolosi

Se per le malattie infiammatorie croniche intestinali utilizzi steroidi, immunomodulatori o terapie biologiche, devi evitare alcuni tipi di vaccini (contro febbre gialla, colera e tubercolosi), perché questi farmaci possono incidere sulla reazione al vaccino. Per capire a quali vaccinazioni ti puoi sottoporre, consulta sempre il tuo medico.

Se parti per una destinazione a lungo raggio, parla con il tuo medico o con il medico del centro di medicina dei viaggi per sapere se nel tuo caso è opportuna un'iniezione per la prevenzione della trombosi venosa profonda. 

Se soffri di malattie infiammatorie croniche intestinali, attenzione a ciò che mangi!

Fa' sempre attenzione a ciò che mangi e soprattutto all'acqua che bevi. Utilizza sempre acqua minerale in bottiglia (anche per lavarti i denti) e cerca di non ingoiare acqua quando fai il bagno o la doccia. Evita il sushi, le verdure crude (comprese le insalate), i gelati e i ghiaccioli. Ricorda di chiedere sempre bevande senza ghiaccio, a meno che il ghiaccio non sia preparato con acqua minerale.

Anche se soffri di malattie infiammatorie croniche intestinali non ci sono problemi con le verdure cotte e le carni cotte servite in alberghi e ristoranti affidabili e puliti, ma evita il cibo di strada e pela sempre la frutta prima di mangiarla. 

Assicurazione di viaggio

Prima di partire, stipula una polizza assicurativa adeguata che possa coprire i problemi legati alle malattie infiammatorie croniche intestinali. Purtroppo, molte polizze assicurative non prevedono la copertura di patologie preesistenti e quindi è difficile che accettino eventuali richieste di rimborso. Perciò, scegli una polizza che garantisca una copertura totale. Alcune assicurazioni potrebbero richiedere anche una dichiarazione da cui risulti che il viaggio non viene intrapreso contro il parere del medico. 


Modulo di feedback